mauropinotti.com logo

miette

miette




Attraverso questo lavoro ho voluto concentrarmi sulla percezione dei sensi, mettendo sullo stesso livello sensoriale persone vedenti e non vedenti. Quando si guardano immagini deliberatamente prive di dettagli, solo le parole possono colmare quel vuoto. Pertanto, l'obiettivo è quello di riunire mondi diversi utilizzando un'immaginazione senza confini.
questa variante di due generi, costruita sulla presenza e assenza della vista ma unita dal linguaggio scritto, apre ad un mondo di immaginazione per entrambi: chi può vedere, attraverso la scrittura potrà evocare un mondo che sarà simile al quello che i ciechi possono immaginare, così l'assenza di confini tra visibile e invisibile diventa tangibile, grazie alla descrizione; il freddo telaio in cemento bianco, parte integrante dell'opera, lascia volutamente uno spazio vuoto ed è un'anticipazione dell'attesa. Lo spazio tra la cornice di cemento e la fotografia conferisce alla parola la sua massima potenza. Questo progetto vuole essere un ponte di unione tra gli esseri umani. Il suo nome MIETTE, “briciole” in francese, rappresenta questi scatti, piccole briciole di vita, piccoli momenti che, se lasciati andare, andranno persi.
Misure: 19 x 15 x 4,5 cm

Mauro Pinotti
Link
https://www.mauropinotti.com/miette-a10176

Share link on
CLOSE
loading