mauropinotti.com logo

Da che ricordo ho sempre cercato di esprimere quello che avevo dentro attraverso le mie fantasie.
Sono un artista autodidatta ed è proprio questa, probabilmente, la mia forza, non mi sono mai sentito inquadrato in nessun stile e a nessuna tendenza mi sono mai ispirato.
Sono passato dalla pittura alla fotografia per poi abbracciare in questi ultimi anni la scultura.
In ognuna di queste forme d’arte mi sono espresso sintetizzando in linee semplici e pulite le mie
Sensazioni e pensieri.
Nei miei lavori ho sempre cercato di semplificare, complice la costante assenza di tempo
Sono stato costretto a trovare ingegnosi modi per ottimizzare tutti i miei lavori.
Questa carenza è diventata nel tempo il mio “punto forte” . Oggi, mi esprimo sia attraverso la fotografia che attraverso la scultura proponendo tematiche legate all’uomo e all’ambiente.
Sono questi gli aspetti che continuo ad approfondire e che sono divenuti il mio marchio di fabbrica.
La mia è un’analisi sintetica e forse un po’ “cruenta” sulla societa’ attuale, ogni mio lavoro è uno specchio davanti al quale vorrei porre l’osservatore tanto da indurlo a porsi delle domande fino ad Insinuare dubbi o curiosità.
La mia correlazione con la natura e l’ambiente che mi circonda è da sempre parte integrante della
Mia forma espressiva sia in ambito fotografico che scultoreo : la natura è elemento portante., centrale, assoluto.
In modo particolare nelle sculture intervengo utilizzando materiali di recupero e elementi naturali che recupero nel mio girovagare.
Quello che mi interessa maggiormente è essere il “produttore” dell’intera opera
a partire dalla bozza dell’idea fino al progetto esecutivo, ogni fase deve passare attraverso le mie mani.
“futuro semplice” prende origine da due elementi : il cemento e il ferro sui quali intervengo opportunamente per dare origine alle mie sculture, le opere finali sono sempre il risultato di combinazioni di ideologie personali ed esperimenti, processo in continua evoluzione tanto che si potrebbe datarle con grande facilità.
Le mie sono rappresentazioni di piccoli mondi, metafore di civiltà in declino.
La terra è la fonte della nostra vita. È da lì, infatti, che nascono le piante e si sviluppa la biodiversità, l’origine di tutte le specie vegetali. Eppure, almeno il 40% delle terre emerse presenti nel mondo è minacciato dal fenomeno della desertificazione, aspetto questo che ho iniziato a toccare con l’ultima serie di futuro semplice.
Alle primissime opere che conservano una estetica semplice e quasi primitiva ho fatto seguito a Luce intervenendo nelle sculture per renderle opere da illuminazione, le sculture hanno poi visto un continuo e costante avvicinamento agli elementi naturali trovati per caso: cortecce, rami, sassi e sabbia che ho unito al ferro e al cemento che restano gli “elementi” portanti.

Non amo perdermi in grandi discorsi e potrei definire le mie sculture una sintesi del mio pensiero
L’ambiente e la realtà sono stati determinanti per la creazione dei miei lavori, le mie scultore non nascono per far sognare ma per far ragionare, l’emozione è solo una conseguenza.

From what I remember I have always tried to express what I had inside through my fantasies.
I am a self-taught artist and this is probably my strength, I have never felt framed in any style and I have never been inspired by any trend.
I went from painting to photography and then embraced sculpture in recent years.
In each of these art forms I have expressed myself by summarizing mine in simple and clean lines
Sensations and thoughts.
In my works I have always tried to simplify, thanks to the constant absence of time
I have been forced to find ingenious ways to optimize all my works.
Over time, this deficiency has become my "strong point". Today, I express myself both through photography and through sculpture by proposing issues related to man and the environment.
These are the aspects that I continue to deepen and that have become my trademark.
Mine is a synthetic analysis and perhaps a little "bloody" about the current society, all my work is a mirror in front of which I would like to place the observer so as to induce him to ask questions up to Insinuate doubts or curiosities.
My relationship with nature and the environment around me has always been an integral part of
My form of expression both in the photographic and sculptural fields: nature is a load-bearing element, central and absolute.
In particular, in the sculptures I intervene using recycled materials and natural elements that I recover in my wandering.
What interests me most is being the "producer" of the entire work
starting from the draft of the idea up to the executive project, each phase must go through my hands.
"Simple future" originates from two elements: concrete and iron on which I intervene appropriately to give rise to my sculptures, the final works are always the result of combinations of personal ideologies and experiments, a process in continuous evolution so much that you could date them with great ease.
Mine are representations of small worlds, metaphors of civilization in decline.
The earth is the source of our life. It is from there, in fact, that plants are born and biodiversity develops, the origin of all plant species. Still, at least 40% of the emerged lands in the world are threatened by the phenomenon of desertification, an aspect that I started to touch with the latest series of simple future.
To the very first works that preserve a simple and almost primitive aesthetic I followed Luce by intervening in the sculptures to make them lighting works, the sculptures then saw a continuous and constant approach to the natural elements found by chance: bark, branches, stones and sand that I have combined iron and concrete which are the main "elements".

I don't like getting lost in big speeches and I could define my sculptures a synthesis of my thought
The environment and reality have been decisive for the creation of my works, my sculptors are not born to make people dream but to reason, emotion is only a consequence.

MAURO PINOTTI
“Vincitore della medaglia d'argento al Moscow international Foto Awards MIFA 2017, finalista in più concorsi internazionali d'arte contemporanea, YICCA Contest, premio LYNX, e SEE ME exposure award, quest'ultimo trova il compiacimento di essere stato selezionato per catalogo presentato all'Exposure Award Reception del Louvre a Parigi. Nel 2015 è stato selezionato con il lavoro fotografico "13Re" ( in questo caso lo sviluppo del progetto era nato intorno ad una tematica sociale sui nuovi poveri) per esporre alla Biennale D'arte Contemporanea Italia-Cina tenutasi presso il Mastio della Cittadella a Torino L'opera e' stata esposta anche a Roma presso l'Archivio Centrale dello Stato e ha trovato collocazione anche alla collettiva d'arte "Social Act" curata da Fortunato D'Amico e Chiara Milesi presso ex Palazzo Coin di Vigevano dove ha esposto nel dicembre 2015. Ricevuto la menzione d'onore al Moscow international Foto Awards MIFA 2016 e al Black and white Award 2016, esposto a PECHINO alla Biennale d'arte Contemporanea Italia Cina presso Plastik Factory Cultural Park. Sempre nel 2016 selezionato per il premio Lynx ed esposto nella sala degli archi di Livorno e a Zagabria presso la Galleria Zvonimir. Menzione d'onore al MONOCHROME AWARDS 2018 Fine Art, selezionato in URBAN ANIMALS – 2018, realizzato il ritratto di S C U L T U R E V E S T I T E D I S T E F A N O B R E S S A N I © per il catalogo 2019, sempre nel 2019 finalista al premio Linx con esposizioni al MIIT (Museo Internazionale Italia Arte) a Torino, selezionato al Vernice Art Prize con esposizione nel BUNKER di Villa Caldogno, esposto a PARATISSIMA con curatela di Erika Lacava, finalista nel concorso urban ed esposto ai Trieste Photo Days e a Viecha Bratislava. Nel 2020 vincitore del concorso NEW-POST PHOTOGRAPHY? Organizzato dal MIA photo fair. I suoi progetti si sviluppano principalmente nell’ambito sociale attraverso una conoscenza diretta e personale delle problematiche che intende far conoscere attraverso una visione critica e oggettiva ma di semplice comprensione.
Lo scopo principale dei suoi lavori è mettere a conoscenza le persone di quelle realtà considerate ingiustamente minori ma che riguardano tutti noi.

MAURO PINOTTI
"Winner of the silver medal at the Moscow international Foto Awards MIFA 2017, finalist in several international contemporary art competitions, YICCA Contest, LYNX prize, and SEE ME exposure award, the latter finds the satisfaction of having been selected for the catalog presented at the Exposure Award Reception of the Louvre in Paris. In 2015 he was selected with the photographic work "13Re" (in this case the development of the project was born around a social theme on the new poor) to exhibit at the Biennale of Contemporary Art Italy-China held at the Mastio della Cittadella in Turin The work has also been exhibited in Rome at the Central State Archive and has also been placed in the "Social Act" art collective curated by Fortunato D'Amico and Chiara Milesi at the former Palazzo Coin in Vigevano where he exhibited in the December 2015. Received the honorable mention at the Moscow international Foto Awards MIFA 2016 and at the Black and white Award 2016, exhibited in BEIJING at the Biennale of Contemporary Art Italy China at Plastik Factory Cultural Park. Also in 2016, selected for the Lynx prize and exhibited in the arch room in Livorno and in Zagreb at the Zvonimir Gallery. Honorable mention at the MONOCHROME AWARDS 2018 Fine Art, selected in URBAN ANIMALS - 2018, made the portrait of SCULTUREVESTITEDISTEF ANOBRESSANI © for the 2019 catalog, also in 2019 finalist at the Linx prize with exhibitions at MIIT (International Museum of Italy) in Turin, selected at the Vernice Art Prize with exhibition in the BUNKER of Villa Caldogno, exhibited at PARATISSIMA with curation by Erika Lacava, finalist in the urban competition and exhibited at the Trieste Photo Days and at Viecha Bratislava. In 2020 winner of the NEW-POST PHOTOGRAPHY competition? Organized by MIA photo fair. His projects are mainly developed in the social sphere through a direct and personal knowledge of the issues he intends to make known through a critical and objective but simple understanding vision.
The main purpose of his works is to make people aware of those unjustly considered realities that concern all of us.

They HAVE WRITTEN OF HIM

repubblica

ilgazzettino

ilmessaggero

arteinmovimento

newsyou

corriere.it

newsleonardo

artementenotizie

si24.it

exibart

ansa.it

lastampa.it

giuristiperlavita

email

mpinotti@libero.itprivacy

address

ritratto di Paola Rizzi

social

me on Facebook me on Flickr

Link
https://www.mauropinotti.com/about

Share link on
CLOSE
loading